(Italiano) I Thurpos di Orotelli

(Italiano) I Thurpos sono una delle maschere più conosciute e importanti della tradizione barbaricina.

Images and Video

About

(Italiano) I Thurpos sono la maschera tipica del carnevale di Orotelli, e nelle loro azioni si manifesta la familiarità del rapporto uomo-animale.
La maschera nasce in tempi antichi, come personaggio propiziatore di antichissimi riti agrari. Grazie all'interessamento e all'intervento del prof. Raffaello Marchi (etnologo, studioso di tradizioni popolari) e della signora Giovanna Sirca, nel 1978 queste maschere sono state riscoperte dopo anni di abbandono. Nel gennaio del 1979 i Thurpos ritornarono presenti durante le festività per il carnevale di Orotelli, con grande gioia e curiosità della popolazione.
Il Thurpos è una maschera notevolmente diversa delle altre presenti nei vari carnevali barbaricini. E' una figura sprovvista di maschera lignea, con il volto annerito da cenere di sughero bruciato durante la vestizione, che si aggira per le vie del paese. E' vestito con un lungo cappotto di orbace nera chiamato "su gabbanu", ha un cappuccio che copre totalmente la testa e che copre una parte del volto, e porta a tracolla delle grossi funi ("su reinacru") o una cinta di pelle dalla quale pendono campanelle e campanacci chiamati "picarolos", "brunzos", "tintinnos", "metallas" e "grillinos". Il Thurpos indossa una cinta ai pantaloni, alla quale è appesa una zucca ricolma di vino ed un corno di bue utilizzato a mo' di bicchiere. Il significato in lingua sarda del nome thurpos è "cieco".
I Thurpos si aggirano per le strade in gruppi di tre: due tirano, abbracciati, un aratro di legno che simboleggia i buoi aggiogati, mentre il terzo segue i primi due, rappresentando il pastore che li conduce. A loro solitamente si uniscono altre due figure, il Thurpos seminatore che sparge crusca come segno di buona fortuna, e il Thurpos maniscalco che segue il gruppo, mimando la ferrata dei buoi. Il gruppo procede in maniera ordinata fino alla piazza principale del paese dove sono presenti altri Thurpos che scelgono una persona del pubblico ed alla quale offrono del vino. La persona non verrà liberata finchè non ricambierà l'invito. La manifestazione carnevalesca giunge fino alla sera, quando i Thurpos, insieme alla Proloco locale, offrono a tutti i presenti una degustazione di pietanze e bevande tipiche locali, accompagnate da musica e balli sardi.

Offers linked to the Article