(Italiano) L'Ardia

(Italiano) L'Ardia è una manifestazione tradizionale che si svolge in molti paesi della Sardegna in occasione di varie festività religiose.

Images and Video

About

(Italiano) Tra le manifestazioni principali si ricordano l'Ardia di Noragugume (NU), che si corre in onore della Beata Vergine d'Itria, l'Ardia di Dualchi (NU), in onore dei santi Pietro e Paolo, l'Ardia di Pozzomaggiore (SS), in onore dei santi Pietro e Paolo e Giorgio. La più famosa è sicuramente l'Ardia di Sedilo, che si corre il 6 ed il 7 luglio di ogni anno.
L'Ardia consiste in una rituale processione a cavallo, composta da 3 tappe di corsa finalizzate a raggiungere il santuario dedicato all'imperatore romano Costantino I (localmente chiamato Santu Antinu) che nel 312 sconfisse Massenzio, usurpatore a Roma, nella battaglia di Ponte Milvio. L'imperatore Costantino contribuì in maniera notevole alla diffusione della religione cristiana, grazie all'Editto di Milano che promulgò nel 313, accordando libertà di culto ai cittadini dell'impero romano e ponendo fine alle persecuzioni contro i cristiani.
Tra tutti i riti religiosi che si svolgono in suo onore, sicuramente l'Ardia di Sedilo è la più suggestiva e sentita dai devoti del santo, con l'esibizione di grande temerarietà ed ardimento da parte dei cavalieri. Il rituale, sempre lo stesso che si è trasmesso da generazione in generazione, inizia con i tre capicorsa, in compagnia di altri cavalieri, che davanti alla casa parrocchiale ricevono dal sacerdote i tre stendardi benedetti (sas Pandelas), di differenti colori: il primo di colore giallo oro, il secondo rosso, il terzo bianco.
Il parroco sceglie, alcuni mesi prima della manifestazione, il nome del capocorsa (Prima Pandela), al quale spetta il compito di guidare l'Ardia, dopo aver consultato un registro conservato in parrocchia e compilato secondo un ordine cronologico d'iscrizione. La Prima Pandela è affiancata da due cavalieri da lui scelti (sa Segunda e sa Terza Pandela), che hanno il compito, insieme alle scorte (sas Iscortas), di impedire che il capocorsa venga raggiunto e superato dagli altri cavalieri, che rappresentano simbolicamente l'esercito di Massenzio e la paganità, utilizzando anche come strumento di difesa della prima pandela gli stendardi e bastoni rivestiti di un tessuto rosso porpora. Il superamento della Prima Pandela rappresenta la vittoria del cristianesimo sul paganesimo, oltre ad essere un affronto per i restanti cavalieri. Dopo aver consegnato gli stendardi, i cavalieri, guidati dal parroco e dal sindaco, attraversano le vie principali del paese, accompagnati dai fucilieri e dalla banda musicale che annunciano il passaggio del corteo. Tutti alla fine si dirigono verso il santuario, situato nelle campagne del paese, nelle vicinanze del centro abitato. Giunti sul promotorio sovrastante l'arco di ingresso all'area del santuario, chiamato Su Frontigheddu, i cavalieri attendono la benedizione del parroco. Poi, improvvisamente, la Prima Pandela parte lanciando il suo cavallo al galoppo, seguita dai restanti cavalieri. Affrontando in modo temerario un terreno impervio e scosceso, i cavalieri raggiungono il santuario ed effettuano, lentamente, intorno allo stesso numerosi giri in senso orario, che variano dai cinque ai sette, ma che in alcune occasioni possono arrivare ai nove e agli undici giri. Dopo questo primo rituale, i cavalieri si dirigono verso Sa Muredda, un muretto circolare al centro del quale si trova una croce, intorno al quale effettuano numerosi giri in senso orario e antiorario. Per concludere l'Ardia, i cavalieri si lanciano nuovamente in una corsa sfrenata verso il santuario. L'intero corteo a cavallo, dopo la celebrazione della messa, compie l'ultimo atto dell'Ardia, giungendo nuovamente a Su Frontigheddu e, attraversando il secondo arco, si dirigono verso il paese e la casa del parroco dove avviene una cerimonia per la consegna degli stendardi. La mattina del giorno seguente si ripete il rituale del giorno prima, ma in un' atmosfera più intima. A distanza di una settimana si svolge l'Ardia a piedi, alla quale partecipano numerose persone, che si svolge con lo stesso rituale dell'Ardia a cavallo e con le stesse regole e procedure.

Offers linked to the Article